Bitcoin è entrato in una fase di consolidamento dopo il suo maggio 19 crash da $42,600 per $30,000 su Coinbase. La criptovaluta di punta ha recuperato rapidamente le perdite e recuperato $40,000, ma non è riuscito a registrare un chiaro breakout rialzista al di sopra di questo livello di resistenza, e nel momento in cui scrivo, il prezzo rimane bloccato sotto $40,000.

L'ultima azione sui prezzi nel Bitcoin (BTC) mercato è stato, nella migliore delle ipotesi, mosso, con i trader che non mostrano una chiara indicazione della loro propensione a breve termine. Alcuni analisti hanno previsto che se il prezzo di BTC/USD non si rompe sopra $40,000, potrebbe benissimo scendere fino a $20,000 nei prossimi giorni.

È interessante, una manciata di indicatori sulla catena raccontano una storia diversa. Uno dei temi più interessanti che mantiene intatta la tendenza rialzista di Bitcoin è vedere i detentori a lungo termine e gli indirizzi di accumulo accumulare più BTC durante il recente calo dei prezzi.

inoltre, una metrica nota come “SOPR rettificato per entità Bitcoin” (rapporto profitto prodotto speso) mostra che il mercato non vende più Bitcoin in perdita sull'aggregato.

SOPR rettificato per entità Bitcoin. fonte: Glassnode

Nel frattempo, i dati sulla catena mostrano che gli scambi hanno visto un calo delle loro riserve, un segnale che i trader hanno ritirato le loro risorse digitali in portafogli freddi o li hanno depositati in una finanza decentralizzata (DeFi) pool di liquidità per rendimenti più redditizi.

Mentre la prospettiva a breve termine può essere inclinata verso gli orsi, i seguenti tre indicatori sulla catena suggeriscono che il prezzo di Bitcoin potrebbe essere in procinto di toccare il fondo.

Bitcoin: Fasce di età di output trascorse

La correzione del prezzo di Bitcoin ha provocato tre tipi di reazioni nel mercato spot. Il primo riguardava la vendita di panico da parte di trader a breve termine che vendevano Bitcoin per ridurre al minimo le loro perdite, probabilmente perché hanno comprato la criptovaluta vicino alla sua cima.

La seconda reazione ha coinvolto gli HODLER che hanno deciso di mantenere la loro offerta di Bitcoin in uscita. Hanno mostrato una convinzione a lungo termine nella propensione rialzista di Bitcoin contro i fondamentali macroeconomici favorevoli, come i tassi di interesse ultra bassi, scarsi rendimenti sui titoli di stato, timori di inflazione e un declino degli Stati Uniti. dollaro - che ha reso le attività di copertura come Bitcoin attraenti per HODL.

La terza reazione è stata un mix di HODLer e accumulatori, con i trader che utilizzano il calo del prezzo del Bitcoin per acquistare più criptovaluta a un prezzo più basso “sconto.”

Vari indicatori on-chain mostrano un enorme contrasto tra le riserve di Bitcoin detenute dai detentori a breve termine e dai detentori a lungo termine durante il crollo dei prezzi.

Per esempio, il “Bitcoin: Fasce di età di output trascorse” il grafico sottostante ha visto una maggiore quantità di vendite la scorsa settimana proveniente da monete che avevano tra un giorno e una settimana week. Queste monete continuavano a entrare e uscire dal mercato, riflettendo accuratamente lo stato di maggiore volatilità dei prezzi nel mercato la scorsa settimana.

Bitcoin ha speso fasce d'età in uscita, calcolato per media mobile a 7 giorni. fonte: Glassnode

Nel frattempo, anche le monete rimaste inutilizzate da uno a tre mesi e da tre a sei mesi hanno cambiato indirizzo sulla scia del recente crollo dei prezzi.

I trader che detenevano Bitcoin nei portafogli per 1-6 mesi li hanno spostati a maggio. fonte: Glassnode

Un'altra metrica Glassnode soprannominata “Bitcoin: Fornitura totale detenuta da titolari a lungo termine” mostra che i detentori a lungo termine - entità che detengono Bitcoin per più di sei mesi - sono diventati i maggiori beneficiari dei token venduti dai detentori a breve termine.

L'offerta di bitcoin detenuta dai detentori a lungo termine ha continuato ad aumentare durante il crollo di maggio. fonte: Glassnode

In una nota settimanale ai clienti, Anthony Pompliano, co-fondatore di Morgan Creek Digital e fondatore di Pomp Investments, disse:

“I titolari a lungo termine stanno aumentando le loro posizioni, i titolari a breve termine stanno vendendo, alcune entità nella coorte a breve termine hanno ora raggiunto la soglia di 155 giorni per questa metrica e sono ora nella coorte a lungo termine.”

Questa divergenza indicava la stabilità a lungo termine del prezzo di Bitcoin poiché i possessori sempre più seri hanno preso posizione contro la crisi macroeconomica in corso.

Il saldo di Bitcoin sugli scambi diminuisce

Anche le riserve nette di Bitcoin detenute dagli scambi di criptovalute sono diminuite negli ultimi sette giorni, mostrando che sempre meno trader ora vogliono vendere le loro partecipazioni in Bitcoin.

La metrica indica un tipico comportamento di trading. I trader depositano Bitcoin sui loro portafogli di scambio solo quando vogliono venderlo per fiat o scambiarlo con altre risorse digitali. Di conseguenza, salgono le riserve di BTC sulle piattaforme di trading.

Le riserve di Bitcoin di Exchange sono in calo 14,207 BTC negli ultimi 7 giorni. fonte: Glassnode

al contrario, un grado più elevato di prelievi di BTC riflette i trader’ decisione di detenere la criptovaluta. Significa che Bitcoin non dovrà affrontare un'immediata pressione di vendita nel mercato spot, che è ciò che mostrano le ultime letture di Glassnode.

Gli indirizzi e i saldi di accumulo di bitcoin aumentano

Il numero totale di indirizzi di accumulo e il saldo all'interno di questi portafogli sono in aumento. Un indirizzo di accumulo è quello che ha ricevuto almeno due transazioni BTC ma non ha mai spostato le risorse dall'indirizzo.

I tori convinti di Bitcoin continuano ad accumularsi durante il calo dei prezzi, fonte: Glassnode.

Negli ultimi sette giorni, il numero di questi indirizzi di accumulo è aumentato, aggiungendo 7,430 nuovi portafogli alla lista.

Un'altra metrica soprannominata “Bitcoin: Fornitura detenuta da entità con saldo 0.01 – 0.1” mostra che i nuovi utenti sono entrati nella rete Bitcoin durante il calo dei prezzi. Inoltre, la fornitura detenuta da indirizzi che hanno tra 0.001 BTC e 1 BTC in loro sono aumentati in tandem, mostrando una crescita costante nell'interesse al dettaglio.

L'offerta di bitcoin detenuta dai portafogli con 0,01-0,1 BTC aumenta quando i prezzi scendono. fonte: Glassnode