"Bitcoin King" arrestato per presunta appropriazione indebita $300 Milioni

Un rapporto di Coindesk ha rivelato che il "Bitcoin King" brasiliano Claudio Oliveira è stato arrestato per presunta appropriazione indebita $300 milioni. Un comunicato stampa ufficiale ha mostrato che il resto era arrivato dopo che gli agenti delle forze dell'ordine avevano svolto un'indagine durata tre anni. Le forze dell'ordine stavano indagando sulla presunta società fraudolenta fondata da Oliveira. Claudio Oliveira, presidente di Bitcoin Banco Group, è meglio conosciuto con il soprannome di "The Bitcoin King".

Questo perché Oliveira è stata tra le prime persone in Brasile a condividere apertamente i propri guadagni da bitcoin con il mondo. La notorietà che ha guadagnato da questo gli è valso il soprannome di "The Bitcoin King".

Lettura correlata | Bitcoin Whale avverte di "novembre 2018 Vibrazioni." Cosa significa

Bitcoin Banco Group, uno scambio di brokeraggio brasiliano, è stato indagato da 2019 dopo che la società ha affermato di aver perso 7,000 bitcoin appartenenti a investitori in un presunto hack. Bitcoin Blanco aveva convinto gli investitori a investire con loro promettendo loro rendimenti esorbitanti. Il primo segno di un cattivo schema. Poi ha iniziato a essere ovvio che erano tutt'altro che legittimi quando la società ha iniziato a impedire agli investitori di prelevare i propri fondi con loro.

Il Bitcoin Hack

Di nuovo dentro 2019, la società aveva riferito che 7,000 mancavano bitcoin e secondo quanto riferito avevano chiesto il recupero giudiziario con le autorità. Questo era un accordo speciale con le autorità brasiliane attraverso il quale la società avrebbe riorganizzato le sue finanze. Secondo quanto riferito, avevano fatto questa mossa nel tentativo di ripagare i loro investitori e creditori che avevano perso denaro nel presunto hack.

Ma non è passato molto tempo da quando si è scoperto che la società non aveva effettivamente ottemperato agli obblighi previsti in sede di riscossione giudiziale. La società aveva anche continuato a offrire contratti di investimento agli investitori senza conformarsi effettivamente ai regolatori del mercato.

Grafico Bitcoin da TradingView.com

Il prezzo del bitcoin mantiene lo slancio mentre il prezzo viene scambiato sopra $34,000 | fonte: BTCUSD su TradingView.com

Ulteriori indagini di polizia hanno rivelato che Oliviera aveva commesso un reato simile in passato negli Stati Uniti.

Una task force chiamata "Operation Daemon" era stata costituita per indagare su Oliviera. Non solo per i crimini legati a questo, ma per altri crimini inclusa l'appropriazione indebita, riciclaggio di denaro, reati fallimentari, e organizzazione criminale. La task force composta da 90 il personale di polizia ha iniziato l'indagine che si sarebbe rivelata un affare lungo tre anni.

Il tribunale ha congelato i conti di Bitcoin Blanco Group in seguito a 200 cause legali da investitori che avevano perso i loro soldi. Il conteggio ufficiale degli investitori colpiti dalle azioni della società è stato superato 20,000 investitori.

I fondi degli investitori sarebbero stati deviati secondo gli interessi di Oliviera.

Arresto successivo e accuse

I rapporti dei funzionari di polizia mostrano che Olivieria e i suoi soci erano stati notificati con un mandato di arresto preventivo, quattro mandati di cattura temporanei, e 22 mandati di perquisizione e sequestro.

Una stima effettuata dall'amministratore economico giudiziario del processo di recupero giudiziario pone l'importo dovuto da Bitcoin Blanco Group a R$ 1,5 miliardi$. Con oltre 7,000 creditori che devono l'importo indicato.

Lettura correlata | Robinhood multato di $ 70 milioni per aver causato "danni significativi" ai clienti

“Le ordinanze del tribunale eseguite oggi mirano non solo alla cessazione delle attività criminali,"ha detto il rapporto della polizia police. “Ma anche alla delucidazione della partecipazione di tutti gli indagati ai delitti oggetto di indagine. Oltre al monitoraggio delle risorse per abilitare, anche parzialmente, la riparazione dei danni generati alle vittime”.

Le accuse portate davanti alla società includono appropriazione indebita, riciclaggio di denaro, reati fallimentari, e organizzazione criminale.

Secondo la polizia, la società aveva iniziato tutte le sue attività fraudolente in 2019. Questa cronologia è stata ottenuta esaminando i reclami degli investitori, che era iniziato in 2019.

Immagine in primo piano da Crypto ID, grafico da TradingView.com

Test di blocco degli annunci (Perché?)

fonte: Newsbtc

Caricamento in corso...