L'adozione di token non fungibili è servita come punto di ingresso pratico per gli utenti che si uniscono all'economia cripto, guidato principalmente dai loro rispettivi fandom e dalla natura incentrata sui benefici dei token. Per esempio, se sei un superfan di Lebron James, puoi capire perché "The Block" dal 2016 Le finali NBA sono preziose su NBA Top Shot senza capire la blockchain. Ma quando si tratta di marchi, è probabile che le stablecoin diventino il più grande punto di ingresso.

Reinventare i punti premio

Vendere ai clienti esistenti costa ai marchi meno che acquisirne di nuovi, che è una delle ragioni principali per cui più di 90% delle aziende ha un qualche tipo di programma di fidelizzazione dei clienti. I punti premio sono uno dei metodi più efficaci per aumentare sia la fedeltà dei clienti che le entrate. Per esempio, Starbucks Rewards è uno dei programmi a premi di maggior successo in circolazione. Ha più di 19 milioni di membri, con il riscatto dei punti responsabili di quasi 50% del fatturato aziendale. Starbucks utilizza Starbucks Rewards per allinearsi ai propri obiettivi aziendali in modo da aggiungere valore e aumentare il coinvolgimento dei clienti attraverso un divertimento, approccio ludico.

L'approccio di Starbucks per raggiungere le masse è molto diverso da Neiman Marcus, che si concentra maggiormente sullo status e sull'esclusività attraverso il suo VIP, programma di premi a più livelli InCircle. Come membro di InCircle scala i livelli, sbloccano l'accesso ai servizi di portineria che aiutano i clienti a pianificare vacanze stravaganti o a partecipare a eventi ricercati. I programmi fedeltà efficaci non sono una soluzione valida per tutti, ma un programma su misura può fare miracoli per i ricavi, impegno e fidelizzazione. L'evoluzione delle risorse digitali consente ora ai marchi di qualsiasi categoria di offrire ai propri consumatori un'esperienza unica e memorabile.

Relazionato: Comprendere il passaggio sistemico dalla digitalizzazione alla tokenizzazione dei servizi finanziari

I limiti dei programmi fedeltà e premi

Sebbene sia innegabile che i programmi fedeltà e premi siano una componente essenziale del rapporto consumatore-marca, hanno i loro limiti. Complessità, mancanza di liquidità, e l'interoperabilità sono alcuni dei principali ostacoli all'espansione dei programmi di fidelizzazione e premi a più clienti. La mancanza di chiarezza sulle regole del programma porta a lasciare molto valore sul tavolo.

Secondo un rapporto pubblicato da Clarus Commerce, 75% dei consumatori desidera essere ricompensato per l'impegno oltre l'acquisto. Questo da solo segnala la necessità di innovazione e crea un'enorme opportunità per i marchi di rivoluzionare il business della fedeltà.

Quando si tratta di liquidità, l'uso della maggior parte dei punti e dei premi è limitato al rispettivo ecosistema del marchio; i consumatori non possono riscattarli presso un'altra azienda. Marchi di hotel come Hilton, Hyatt e Marriott consentono di utilizzare i punti come contanti entro una certa soglia. però, questo è consentito solo durante i soggiorni in hotel — e nella maggior parte dei casi, i punti sono valutati in modo diverso dai dollari. Per non parlare di problemi come le date di blackout o il numero limitato di camere disponibili per i punti. Perché questi programmi mancano di interoperabilità, i punti sono intrappolati dietro un giardino recintato, limitare il movimento del valore. Il trasferimento di valore impedito e la mancanza di comunicazione tra programmi determinano un minore coinvolgimento dei clienti e, in alcuni casi, punti annullati.

Se i sistemi a punti assomigliassero più al denaro contante nella loro capacità di essere spesi, avrebbero molto più successo. Nonostante questi diversi gradi di liquidità, ciò che appare chiaro è che i marchi che abbracciano questo cambiamento stanno cercando di attirare l'attenzione dei consumatori introducendo la massima flessibilità possibile nell'uso della valuta dei punti.

accedere: stablecoin di marca

Una stablecoin di marca è un asset digitale a prezzo stabile emesso e supportato da specifici – o gruppi di – marchi, imprese o istituzioni. stablecoin di marca, che può essere integrato direttamente nelle applicazioni rivolte al consumatore, offrire ai marchi un nuovo modo di connettersi direttamente con i clienti e acquisire informazioni per riconquistare quote di mercato dai concorrenti. Perché blockchain e criptovaluta rimangono concetti strani per la maggior parte dei consumatori, è essenziale avere un'esperienza senza soluzione di continuità in cui gli utenti potrebbero non rendersi nemmeno conto che la tecnologia blockchain sta alimentando il sistema.

Relazionato: Criptovaluta e l'ascesa del marchio generato dagli utenti

Consentito da una tecnologia di contabilità decentralizzata sicura e trasparente, le stablecoin di marca forniscono informazioni di marketing ai marchi su chi sono i loro più grandi fan. Allo stesso tempo, le stablecoin di marca incentivano e premiano i clienti per la loro fedeltà. I marchi possono memorizzare la cronologia degli acquisti degli utenti sulla blockchain e quindi applicare i risparmi associati ai loro acquisti in futuro. È simile ai punti fedeltà ma meno complicato, più liquido e in definitiva più utile. Altre caratteristiche potrebbero includere la rimozione della necessità di una carta di credito o persino la fornitura di interessi sui risparmi di stablecoin di marca per incentivare i clienti a detenere.

Una rampa più accidentata prima del decollo

Nonostante le stablecoin di marca siano un passo nella giusta direzione, i sistemi di ricompensa tokenizzati sono ancora una forma di centralizzazione. Una terza parte — sotto forma di marchio, banca o entrambi — possono essere presenti per raggiungere la stabilità uno a uno, colmare il divario tra finanza tradizionale e criptovalute. Il vantaggio di questa centralizzazione è che presenta potenzialmente un'esperienza più intuitiva per l'utente, dove non devono scaricare app diverse o abituarsi a un nuovo processo. però, i marchi potrebbero trovarsi a dover prendere una decisione difficile tra un'operazione senza attriti, esperienza utente centralizzata o più sconnessa, rampa di salita decentralizzata.

C'è anche la linea di fondo dei marchi da prendere in considerazione: I costi di conio e riscatto possono essere elevati a causa delle costose commissioni del gas. Combinato con l'operatività dei marchi, costi di auditing e conformità, e in combinazione con l'interoperabilità con i sistemi bancari legacy, ciò potrebbe presentare costose barriere all'ingresso. L'incertezza dei regolamenti rende le acque ancora più torbide. I marchi potrebbero dover decidere di accettare una perdita in anticipo per benefici futuri ritardati. Questi sono sfumati, decisioni mission-critical che i marchi dovranno prendere.

I consumatori si sentono responsabilizzati e percepiscono un valore maggiore quando ricevono valuta nella loro app invece di ricevere punti. Per molti, i marchi sono un simbolo di identità. Supponiamo che Gucci ti identifichi come ambasciatore e ti lasci i token Gucci come ringraziamento per aver pubblicato post positivi sul marchio sui social media utilizzando il tuo tag pubblico "GucciCoin". Se possiedi una certa quantità di “GucciCoin,"potresti avere accesso a una comunità d'élite, sia uno spazio fisico (un evento esclusivo, concerto, showroom in negozio, eccetera.) o online.

Relazionato: L'alta moda diventa NFT: Digitalizzazione alla Paris Fashion Week

Forse hai anche accesso a drop di merce avanzati o in edizione limitata che altri non otterrebbero e ricevi un NFT che ti consente di mostrare il tuo stato. Le stablecoin di marca sono vantaggiose per marchi e clienti, consentire ai consumatori di segnalare il loro sostegno mentre i marchi aumentano il coinvolgimento e la fedeltà.

Le stablecoin di marca forniscono un gateway per un'interoperabilità, futuro liquido e senza attriti. Un giorno, forse non così lontano, un cliente avrà un portafoglio digitale pieno di tutti i suoi marchi preferiti, un ecosistema globale che apre le porte all'adozione di massa.

Questo articolo non contiene consigli o raccomandazioni di investimento. Ogni mossa di investimento e trading comporta dei rischi, e i lettori dovrebbero condurre le proprie ricerche quando prendono una decisione.

Le visualizzazioni, i pensieri e le opinioni qui espressi sono esclusivamente dell'autore e non riflettono o rappresentano necessariamente le opinioni e le opinioni di Cointelegraph.

Michael Gord è amministratore delegato della Fondazione DigitalBits e fondatore di GDA Capital. Ha contribuito ad alcuni ecosistemi blockchain, incluso TRX, LRC, e ONT. È stato anche il primo sviluppatore blockchain aziendale presso la Toronto-Dominion Bank (TD Bank Group), una delle più grandi banche del Canada.