Il protocollo Fei ha problemi con un bug poiché i possessori sono per lo più incapaci di vendere il token

La correzione del mercato crittografico di mercoledì ha messo un pesante fardello sul progetto FEI, l'ultimo tentativo di creare una stablecoin algoritmica che rimarrebbe stabile di fronte alle turbolenze del mercato. A causa della particolare meccanica del protocollo, il token FEI è diventato impossibile da vendere poiché il suo principale pool di liquidità cita un prezzo negativo per il token.

Il protocollo Fei è un progetto lanciato di recente che ha immediatamente attirato miliardi di liquidità e valore totale bloccato vendendo il suo token FEI, una stablecoin algoritmica che utilizza il concetto di valore controllato dal protocollo per mantenere un legame con gli Stati Uniti. dollaro.

Fondamentale per il funzionamento del protocollo è il pool Uniswap ETH-FEI, che è ampiamente controllato dal protocollo. Il pool è stato espressamente progettato per monitorare il prezzo del pool ETH-USDC il più fedelmente possibile. Il protocollo invia la maggior parte dell'Ether che riceve dagli acquirenti FEI al pool incentivato ETH-FEI, fornire idealmente molta liquidità per facilitare il trading.

Per mantenere il piolo, il protocollo limita la quantità di vendita che può avvenire attraverso il pool incentivato. Ciò avviene bruciando una frazione significativa dei token FEI utilizzati nella vendita, che ha il risultato di ridurre notevolmente il suo prezzo effettivo. La penalità di bruciatura è uguale al quadrato della distanza percentuale del prezzo FEI dal $1 piolo - al prezzo di $0.9, la penalità è di circa 100%. Ulteriori deviazioni si traducono paradossalmente in un prezzo negativo, il che dovrebbe significare che i venditori di FEI dovrebbero pagare gli acquirenti in ETH per il "privilegio" di detenere FEI. In pratica, la transazione di scambio semplicemente fallisce a queste condizioni di prezzo e nessuno è autorizzato a vendere FEI su questo pool.

La situazione è stata evidenziata da Banteg, sviluppatore principale presso Yearn.finance, che ha compilato un grafico del prezzo effettivo di Fei sul suo pool incentivato:

fonte: Banteg's Twitter alimentazione.

Un altro esperimento fallito, o un singhiozzo temporaneo?

La penalità di bruciare estremamente aggressiva significa che il principale pool di liquidità per il progetto, che resiste $1 miliardi in Ether controllato da protocollo, è inutilizzabile per la vendita di FEI. Il token ha attualmente due principali mercati paralleli: un pool Uniswap FEI-DAI e l'exchange centralizzato MXC. Sulla piscina Dai, FEI è ancora scambiato a $0.76 ma ha solo $11 milioni di liquidità totale, mentre MXC supporta $500,000 in liquidità in un intervallo superiore $0.7. Dato che ci sono 2.4 miliardi di token FEI in circolazione, Attualmente solo una piccola parte dell'offerta può essere venduta.

Il protocollo Fei ha una serie di potenti sostenitori e consulenti, compresi gli investitori come a16z, Coinbase Ventures, Nascente, Framework Ventures e Buckley Ventures. Robert Leshner, fondatore di Compound and Robot Ventures, è anche un importante sostenitore. Si è pubblicamente impegnato ad acquistare qualsiasi importo di FEI a $0.7, e così lontano, sembra che nessuno abbia accettato l'offerta.

In una conversazione con Cointelegraph, Leshner ha spiegato che il protocollo è in uno stato limbo a causa di un bug:

“Fei usa incentivi per mantenere un ancoraggio, applicando una penalità quando gli utenti vendono di seguito $1, e pagare uno sconto quando gli utenti acquistano Fei di seguito $1. Il meccanismo di sconto sugli acquisti è stato disabilitato ieri a causa di una vulnerabilità scoperta; per ora, Fei non funziona. "

Infatti, il white paper del protocollo descrive in dettaglio un approccio "carota e bastone" per mantenere il piolo, con FEI aggiuntivo offerto ai trader che hanno acquistato al di sotto del $1 marchio. Mercoledì presto, il team ha riferito di aver disabilitato la parte "carota" del meccanismo a causa di una vulnerabilità.

Prendendo spunto dalla finanza tradizionale

Nonostante l'apparente complessità, Il meccanismo di Fei si basa su un principio simile alla maggior parte delle valute legali, dove le banche centrali spesso utilizzano le proprie riserve di oro e valute estere per sostenere il valore della propria valuta durante i periodi di forte pressione di vendita. Anche le restrizioni dirette alla vendita non sono nuove, con paesi come il Libano, Venezuela e Turchia offrono recenti esempi di attuazione di severi controlli sui capitali nel tentativo di stabilizzare il valore della loro valuta.

In definitiva, il successo del meccanismo basato sulla riserva dipende dalla fiducia generale del mercato nella valuta. Il governo turco ha quasi esaurito le sue riserve dopo molti anni di tentativi di fermare il declino della lira.

Tutte le cose considerate, i titolari sembrano rimanere pazienti. Date le pesanti restrizioni di Fei sulla liquidità, il fatto che sia relativamente vicino a $1 e nessuno sta ancora accettando la sua offerta di Leshner, sono buoni segnali per il progetto. Se l'esperimento alla fine avrà successo dopo la correzione del bug è ancora una questione aperta.

Blocciamo gli annunci! (Perché?)

fonte: Cointelegraph

Caricamento in corso...